carabinieri
GEAPRESS – Un cane di  proprietà che inseguiva un gatto. Questa, stante il comunicato dei Carabinieri, la dinamica di un incidente occorso a Castel Guelfo (BO). La segnalazione, pervenuta alla Centrale Operativa dei Carabinieri, era del padre dell’incidentato trovato in terra e privo di sensi all’interno dell’azienda. L’uomo risultava ferito alla testa e tutto faceva pensare ad una aggressione forse a scopo rapina. Per questo la segnalazione, oltre che al 118, anche ai Carabinieri.

Il malcapitato, soccorso dai sanitari, è stato trasportato presso l’Ospedale Maggiore di Bologna.

Nel corso del sopralluogo, svolto dai Carabinieri della locale Stazione, è emerso, però, un particolare alquanto curioso. Analizzando le immagini registrate dal sistema di videosorveglianza installato nella ditta, gli inquirenti hanno rilevato che il malcapitato non era stato aggredito da un balordo, bensì “atterrato” da uno dei suoi due cani, di taglia grande, impegnato nell’inseguimento di un gatto.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati