tartarughini
GEAPRESS – Una sorpresa, quella del nido di Caretta caretta rinvenuto nella spiaggia di Castel Volturno (CE).

Un luogo, sottolinea l’ENPA di Salerno, da molto tempo non frequentato dalle tartarughe. L’esistenza di questo stesso nido non era del resto nota.

Ad accorgersi dei tartarughini è stata una signora. In tutto, all’arrivo degli esperti, sono state contate 98 uova di cui solo 34 schiuse. La restante parte era stato attaccato da muffe. Una volta ogni tanto la mano diretta dell’uomo non è responsabile.

La stessa signora che ha trovato le prime tracce del nido ha poi rinvenuto dieci tartarughe di cui otto morte. La restante parte, rispetto alle uova schiuse, si spera sia in mare sotto forma di tartarughini che, magari, torneranno a riprodursi nel litorale di Castel Volturno tra non pochi anni.

Nei luoghi, oltre all’ENPA di Salerno, anche i volontari del WWF di Caserta e gli esperti della Stazione Zoologica Anton Dohrn di Napoli

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati