gheppio
GEAPRESS – Nuovi casi di bracconaggio nel casertano. Questa volta ad avere la peggio è stato un Falco Gheppio, specie protetta dalla legge, atterrato da una fucilata nei pressi di Marzanello, nell’ alto casertano.

Ad accorgersi di quanto successo è stata una intera famiglia che ha subito allertato i volontari dell’Enpa. Il falco è stato così trasportato al CRAS per gli accertamenti sanitari. I risultati hanno purtroppo evidenziato lesioni all’ala ed alla zampa destra provocate da arma da fuoco così come del resto confermato dalla presenza di pallini di piombo nel corpo.

“Il bracconaggio è dilagante – sottolineano i volontari – I richiami notturni per le Quaglie sono ormai ovunque, sia nei campi incolti che nei terreni con verdure. Per non parlare dei richiami per Tordi e Merli che ormai accompagnano fedelmente buona parte dei bracconieri. Si conferma la solita formula dello “sparare a tutti”, incuranti delle specie particolarmente protette.”

I controlli, annuncia l’ENPA di Caserta, si intensificheranno visti i primi arrivi di avifauna migratoria.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati