ali tagliate
GEAPRESS – Blitz, nella notte tra venerdì e sabato, delle Guardie Zoofile dell’ENPA di Caserta intervenute nella periferia di Grazzanise (CE).

Alcune segnalazioni riportavano infatti l’intensa attività di caccia in luoghi noti per il fenomeno del bracconaggio. Giunte nei pressi del postom a “guidare” le Guardie è stato il verso continuo e distinguibile dei richiami elettroacustici posizionati ai bordi dell’invaso artificiale. Il verso riprodotto era quello degli anatidi ed infatti a pochi metri dal “fortino”, ovvero dell’appostamento di caccia, gli agenti hanno notato un fascio di luce muoversi in direzione dell’acqua.

E’ scattato così il blitz che ha portato al sequestro di due fucili modificati. In tal maniera sarebbe stata consentita l’introduzione nel serbatoio di 8 cartucce. Sequestrati pure tre richiami elettroacustici del valore di circa 800 euro cadauno, due fari modificati così da poter essere agganciati ai fucili. Sono state inoltre sequestrati quattro anatre Germano reale con le ali tarpate, usate come richiami vivi.

Allo spegnimento dei richiami elettroacustici, le Guardie hanno però udito a poche decine di metri di distanza anche un richiamo a turdidi. E’ stata così appurata la presenza di un fonofilo posto al centro di due reti a volo della lunghezza complessiva di 40 metri. Il tutto cosparso di colla e posizionato lungo una siepe. Tra le maglie della rete vi erano alcuni uccelli intrappolati che sono stati prontamente recuperati, ripuliti dalla colla con specifico solvente e liberati come da normativa vigente. Anche questo materiale è stato posto sotto sequestro.

Ad essere denunciate sono state due persone per vari reati in ambito venatorio quali esercizio della caccia in orario non consentito, armi modificate, uso di mezzi vietati e per maltrattamento di animali.
© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati