carne di cane
GEAPRESS – Non occorreva  molto per capirlo ma ovviamente, con il veloce meccanismo del copia incolla, la notizia era stata incautamente ripresa. In Europa, quella della prossima vendita di carne di cane, era ovviamente una bufala. Un po’ come lo scherzoso annuncio del sito “Forza Dudù” che però parrebbe essere stato registrato da qualcuno.

Cani di ex Presidenti a parte, in Europa non può esservi ovviamente alcun cane da macello. Tanto scalpore aveva sortito l’improbabile scoop che è dovuto intervenire addirittura il Ministero della Salute per precisare che tale carne in Europa rappresenta una notizia del tutto priva di fondamento. Nessun organo per legge deputato, è stato mai consultato sull’improbabile importazione. Questo sia in sede nazionale che comunitaria.

Poco o nulla spazio si è dato, invece, ad altra notizia che a dire il vero all’inizio non aveva convinto tutti. Il Senatore Formigoni, che da Presidente della Regione Lombardia aveva a quei tempi annunciato un intervento anti Green Hill con tanto di foto congiunta all’On.le Brambilla, ha firmato assieme a tre colleghi di partito, tra cui il Senatore  Giovanardi, un Atto Ispettivo con il quale si chiede  conto e ragione alla Forestale di un recente accordo firmato con la Federazione animalista presieduta dalla stessa On.le Brambilla. Si tratta, come è noto, di un rapporto di collaborazione finalizzato alla repressione dei maltrattamenti animali.

Per Formigoni, però, sembrerebbe così venir meno per la Forestale la “funzione di imparzialità, compromessa da una convenzione stipulata con associazioni note per il loro atteggiamento pregiudizialmente schierato in favore del fronte “animalista“.”. Per tale motivo, con Atto n. 2-00095, si chiede al Ministero delle Politiche Agricole quali iniziative “intenda intraprendere affinché il Corpo forestale dello Stato torni a svolgere una sua funzione di imparzialità“.

Un’altra “stella” dell’improbabile firmamento animalista che viene meno? Intanto, almeno sulla carne di cane, possiamo stare tranquilli. Era di bufala.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati