I Carabinieri del NOE di Salerno, agli ordini del Capitano Giuseppe Ambrosone, a Nocera Superiore, unitamente a quelli della locale Stazione, coordinati dal Luogotenente Gerardo Fasanino, hanno apposto i sigilli di sequestro agli impianti produttivi di una nota industria conserviera locale.

I militari hanno notificato un avviso di garanzia, su mandato del Tribunale di Nocera Inferiore, al legale rappresentante dell’industria conserviera per violazioni del Codice dell’Ambiente, perché effettuava lo scarico nella rete fognaria comunale delle acque reflue industriali prodotte dalla medesima industria, senza la prescritta autorizzazione.

L’uomo è stato inoltre indagato per simulazione di reato (violazione dell’art.367 CP), in particolare per avere affermato il falso allorquando presentando una querela contro ignoti presso la Stazione Carabinieri di Nocera Superiore dichiarava che solo recentemente a seguito di un sopralluogo effettuato da personale della G.O.R.I. (società da lui rappresentata) avrebbe avuto conoscenza dello scarico diretto delle acque reflue industriali nella pubblica fognatura, e che tale intervento non era mai stato comunicato all’azienda.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati