uccellagione for sa
GEAPRESS – Intervento dei Carabinieri della Stazione di Capoterra (CA) coadiuvati da quelli della Compagnia di Cagliari e da unità antidroga del Nucleo Cinofili CC del capoluogo.

Una vasta operazione di polizia le cui risultanze investigative hanno ora portato all’emissione, da parte della Procura della Repubblica di Cagliari, di una serie di decreti di perquisizione a carico di persone tutte residenti a Capoterra. In tutto ben 14 accertamenti presso i domicili degli indagati. In particolare sono segnalati gli esiti di cinque di questi interventi che hanno portato, in un caso, pure ad un arresto per l’accusa di detenzione illecita finalizzata alla spaccio di sostanze stupefacenti.

Si tratta prevalentemente di detenzione e coltivazione di sostanze stupefacenti. In un caso, però, si segnala la denuncia ad un trentottenne ritenuto responsabile di esercizio abusivo della caccia. Nella sua abitazione sono stati infatti trovati 5000 lacci in crine di cavallo, utilizzati per la cattura degli uccelli.

Come è noto la zona di Capoterra è famosa per la cattura di turditi ed altri piccoli uccelli utilizzati per l’alimentazione. Un fenomeno molto diffuso e che vede impegnati, per il contrasto, numerosi volontari appartenenti a più associazioni. Tordi, merli e pettirossi, da rivendere, nonostante il divieto, a compiacenti ristoranti locali per la preparazione del piatto “tipico” (e illegale) delle Grive. Otto uccellini sistemati allo spiedo.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati