cinghiale
GEAPRESS – Intervento del della Stazione Forestale di Civitella Roveto (AQ) che, nei giorni scorsi, nel corso di un controllo del territorio finalizzato al contrasto del bracconaggio, ha fermato un fuoristrada Suzuki, con all’interno una carcassa di cinghiale.

I resti del povero animale venivano così posti sotto sequestro mentre un uomo originario della provincia veniva denunciato per caccia in periodo non consentito. A finire sequestrate anche armi e munizioni detenute per “uso caccia”. Alla Questura e all’UTG-Prefettura di L’Aquila, è stata richiesta la revoca della licenza di caccia e il divieto di detenzione armi per il bracconiere.

Il Corpo Forestale dello Stato tiene a sottolineare come nell’ambito del controllo del territorio, vengano utilizzate notevoli risorse per arginare la caccia di frodo che depaupera il patrimonio faunistico ed alimenta filiere della vendita di carni non sottoposte ai dovuti controlli sanitari.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati