Il fatto è accaduto lo scorso 30 giugno, ma ha raggiunto gli onori della cronaca solo ora, perchè i proprietari hanno sporto denuncia alla Procura della Repubblica di Livorno e alla sede distaccata di Piombino in questi giorni.
Il fatto: la piccola Tita era a bordo, assieme alla famiglia umana,  di una delle navi della compagnia Moby, che fa spola tra l’Isola d’Elba e Piombino. Tita è scivolata in mare ed i proprietari hanno pregato, supplicato di fermare le macchine e di lanciare una scilaluppa per recuperare la sfortunata cagnolina. Il personale di bordo è stato irremovibile “per i cani in mare non è previsto nessun intervento di salvataggio”.
Tita ha annaspato disperata tra i flutti. Tornata a terra, la famiglia di Tita ha organizzato immediatamente delle ricerche private, ma di Tita non c’era più traccia, è sicuramente annegata.
Dobbiamo aggiungere all’elenco delle cose urgenti da fare, per noi animalisti, la richiesta di inserire, come obbligo, il salvataggio di animali in mare.