GEAPRESS – Nonostante gli allarmi per il presunto depauperarsi delle sue popolazioni selvatiche, c’è chi li va ancora a cacciare. “Oggetto” da impallinare è l’orso polare. Un grosso maschio è stato ucciso proprio in queste ore a Hopedale, nel Labrador.

In tutto, le licenze disponibili sono una dozzina. Stante quanto dichiarato dall’uccisore del primo orso polare, tale Kevin Flowers, non bisogna perdere tempo. Il permesso di caccia, infatti, vale per non oltre una settimana.

Il cacciatore di orsi è al suo quarto animale. Con emozione ha riferito come al primo colpo il  plantigrado ha iniziato a ringhiare. Solo al quarto colpo è riuscito ad ucciderlo.

Tali animali, riferiscono i giornali locali, vengono uccisi per la pelliccia valutabile fino a 6000 dollari. Il cacciatore di orsi, però, non vuole che vada sprecata  la carne. Per questo, ha riferito alla stampa, donerà la carne al proprietario al proprietario di una muta di cani.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati