GEAPRESS – Secondo una nota diffusa dalla Società Edison in merito  alla presenza di greggio in mare nel Campo petrolifero Rospo Mare (vedi articolo GeaPress), la tempestiva attivazione delle misure di emergenza ha consentito di fronteggiare con efficacia l’inconveniente senza ripercussioni per l’ambiente marino e le coste.

L’area, individuabile nell’offshore Adriatico di fronte alla costa abruzzese a circa 20 chilometri a est della città di Vasto, evidenzierebbe soltanto una scia iridescente, già arginata. Gli interventi di emergenza a seguito dell’avvistamento di una macchia avvenuto stamani, sono comunque ancora in corso.

Le operazioni in zona avvengono tramite  l’impiego dell’elicottero Edison e dell’ATR della Capitaneria di Porto. Al momento non hanno individuato la presenza di greggio in superficie. La Edison informa inoltre come siano al lavoro unità di sommozzatori per valutare l’integrità delle condotte sottomarine che portano la produzione di idrocarburi dal fondo del mare alla FSO Alba Marina.

La Guardia Costiera dipendente della Direzione Marittima di Pescara, informa inoltre come gli interventi di controllo stanno coinvolgendo, oltre che le proprie motovedette, anche le unità adibite al servizio antinquinamento messe a disposizione, come da convenzione, dal Ministero dell’Ambiente. Nella vasta area compresa tra le isole Tremiti e la costa abruzzese, non sono però state rilevate tracce di inquinanti. Questo anche grazie all’ausilio di un velivolo della Guardia Costiera dotato di attrezzature in grado di rilevare all’infrarosso la presenza di inquinanti.

Intanto le operazioni di pompaggio nello scafo Alba Marina sono sospese. Lo stesso scafo, informa sempre la Capitaneria di Porto,  è stato confinato con panne galleggianti.

Per accertare le cause dello sversamento, oltre all’impiego dei sommozzatori, verrà anche utilizzato un ROV, veicolo subacqueo teleguidato. Informata dei fatti anche l’Autorità Giudiziaria. Le indagini sono condotte dalla Guardia Costiera di Termoli (CB).

Aggiornamento: un comunicato del 24.01.04  dell’Ufficio Stampa Edison,  esclude la presenza in mare di inquinanti.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati