trappola II
GEAPRESS – La segnalazione pervenuta alle Guardie ENPA di Firenze, riportava la presenza di un falco Gheppio e di un pappagallo Cacatua. Tutto da verificare all’interno di un casolare di Campi Bisenzio in provincia di Firenze.

Le Guardie Zoofile della sezione investigativa a tutela degli animali dell’ENPA di Firenze, hanno però trovato ben altro. Si trattava di trappole e reti per la cattura di volatili, in particolare falconidi e di gabbie con esca e chiusura a scatto per la cattura di piccoli animali a quattro zampe del tipo di faine, istrici, gatti, etc.

Il detentore del materiale il cui possesso ed uso sono proibiti dalla legge, si sarebbe giustificato asserendo di utilizzare gli attrezzi  per catturare topi e per intrappolare un falco perso da un amico. Nel corso del controllo è stata rinvenuta anche una vecchia pistola calibro 32  risultata, riferiscono sempre le Guardie ENPA, non denunciata. Conforme alla normativa era invece la detenzione del falco Gheppio e del Cacatua. Nessuna violazione, pertanto, alla normativa Cites.

Le trappole, le reti e la pistola sono state poste sotto sequestro. Una sanzione di 400 euro è stata invece contestata per il possesso di mezzi proiebiti mentre, per la detenzione della pistola, è avvenuta all’Autorità Giudiziaria

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati