ossa ele
GEAPRESS – Nuovi sequestri di parti di animali appartenenti alla fauna protetta del Camerun. Dopo i due interventi che hanno portato all’individuazione di 18 teschi tra scimpanzé e gorilla (vedi articolo GEAPRESS) e di crani e pelli di gorilla (vedi articolo GEAPRESS) è ora la volta di un centinaio di ossa di elefanti.

A finire in arresto sono due presunti bracconieri. Uno di loro sarebbe un militare.

Tra i vari pezzi sequestrati, molari ed ossa di zampe da destinare, quasi sicuramente, a collezionisti esteri. Si tratterebbe di ossa appartenenti al più piccolo elefante Elefante africano, un animale che secondo alcuni studi sarebbe filogeneticamente distante dal più grande elefante africano e del quale non si conosce con esattezza lo status delle popolazioni selvatiche.

A dare comunicazione dell’avvenuto sequestro e la LAGA (Last Great Ape Organization) una ONG impegnata nelle repressione dei traffici illeciti di fauna selvatica africana.

Di poche ore addietro un’altra notizia. Un trafficante di primati è stato arrestato e trovato in possesso di un mandrillo. A quanto pare l’uomo operava tra il Camerun ed il Congo.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati