pinna di squalo
GEAPRESS – Più di una tonnellata di pinne di squalo. E’ questo il frutto di un sequestro avvenuto pochi giorni addietro nella città californiana di San Francisco. Il dipartimento federale che si occupa del rispetto delle leggi in tema di tutela delle specie animali, ha ricordato che dallo scorso luglio in California tale commercio è bandito.

Il titolare delle ditta dove è avvenuto il sequestro, è uno statunitense di origine cinese che si era opposto al divieto cercando di creare una lobbies avversa.

E’ noto che gli squali amputati ogni anno per le loro pinne, sono circa 73 milioni. Sebbene la Cina rappresenti uno dei principali mercati, non lo sono invece le marinerie. Molta importanza, per questo tipo di pesca, rivestono le marinerie europee e centro americane.

Secondo il titolare della ditta ora inquisita, le pinne rinvenute erano semplicemente conservate in congelatore in attesa che il divieto venisse prima o poi tolto.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati