sparviere
GEAPRESS – Un giovane nato la scorsa estate. Volava nei boschi della Valle Bormida e così poteva continuare ad essere per almeno altri 15 anni.

Ed invece, “una fucilata criminale” lo ha definitivamente fermato. A riferire della triste sorte toccata al bellissimo Sparviere è l’ENPA di Savona. Il povero animale è stato abbattuto in località Camponuovo nel comune di Cairo Montenotte. Ad avvisare la Protezione Animali è stato un cacciatore. Forse, riferisce l’ENPA, potrebbe avere assistito alla scena provvedendo alla chiamata.

Purtroppo la rosa di pallini aveva distrutto l’ala ed ha ridotto il resto del corpo in un colabrodo. La gravità della ferita non gli ha dato scampo ed al veterinario specializzato, al quale è stato rapidamente consegnato, non è rimasto altro da fare che praticare l’eutanasia per abbreviargli almeno le sofferenze.

Intanto l’ENPA ha fatto il bilancio dei soccorsi effettuati l’anno scorso: 1.678 animali selvatici, di cui 59 esotici; tra essi 105 rondini e rondoni, 104 tortore, 100 merli, 76 passeri, 33 ricci, 16 civette, etc. Ci sono poi le spese, ammontanti a migliaia di euro ed addebitati a totale carico dell’associazione e dei suoi volontari. Sono occorsi, infatti, interventi veterinari, medicinali, mangimi, gabbie e recinti, carburante per l’automezzo di recupero.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati