assiolo
GEAPRESS – Un giovane assiolo in difficoltà, il terzo in un mese, è stato soccorso in una via di Cairo Montenotte (SV) dai volontari della Protezione Animali di Savona. Già ad agosto dell’anno scorso ne era stato soccorso uno nella stessa zona. Come gli altri due anche quest’ultimo è stato sottoposto a controlli veterinari specializzati ed alle cure necessarie al recupero ed alla riabilitazione, finalizzati alla sua liberazione vicino alla zona del ritrovamento.

L’assiolo è il più piccolo tra gli uccelli rapaci notturni, in parte svernante in Africa ed in parte stanziale, soprattutto in Liguria; si ciba di insetti e micromammiferi e vive spesso vicino all’’uomo, nidificando su torri, ruderi e cimiteri. Pur discretamente presente in provincia di Savona, la specie è in preoccupante diminuzione e se ne stimano circa 10.000 coppie in tutta Italia.

Il soccorso e la cura degli animali selvatici feriti o in difficoltà sono compiti di Provincia e Regione e l’ENPA chiede con insistenza, finora inascoltata, che i due enti si facciano sollecitamente carico di questo obbligo di legge, che è anche un segno di civiltà e di rispetto dell’ambiente e vera difesa della biodiversità. Agli animali provvedono soltanto i  mezzi dell’ENPA. Quest’anno sono già stati raccolti 1.200 soggetti.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati