gatto avvelenato
GEAPRESS – Un nuovo caso di avvelenamento di animali è avvenuto nei giorni scorsi a Cairo Montenotte, in provincia di Savona. A rimanere uccisi una decina di gatti appartenenti sia a colonie feline libere che di proprietà.

La strada coinvolta è quella di corso Brigate Partigiane, ma analoghi episodi, ricorda la Protezione Animali di Savona, sono avvenuti nei mesi di giugno ed agosto 2013. In questi ultimi casi si trattava di piazza della Vittoria ed in zona Lea. A morire, furno decine di colombi e passeri.

A segnalare l’ennesimo avvelenamento sono ancora una volta i volontari della Protezione Animali savonese, chiamati da diversi residenti indignati per il comportamento di alcuni concittadini che continuano nella loro azione per sterminare gatti e piccioni. L’ENPA invierà al Comune di Cairo una segnalazione, chiedendo di attivare, così come previsto dall’Ordinanza del Ministero della Salute, sia le indagini per scoprire i colpevoli, che la bonifica della zona. Secondo la Protezione Animali, i colpevoli sarebbero ormai divenuti “seriali”.

Accertamenti sono in corso da parte delle Guardie Zoofile dell’ENPA.

Ogni anno in provincia di Savona si verificano oltre 150 episodi di avvelenamenti di animali, o sospetti tali. Atti sia deliberatamente mirati ma anche conseguenti all’errato o illecito uso di sostanze chimiche. A soccombere decine di cani e gatti di proprietà, ma anche gatti liberi ed un numero molto grande di volatili e mammiferi selvatici.

L’ENPA tiene a disposizione degli animalisti e pubblica sul proprio sito internet (www.enpa.sv.it) la mappa degli eventi e consigli pratici ed ogni volta, dopo aver diffuso avvisi in loco, li segnala al Comune competente per bonificare l’area.

Lo scorso anno, oltre a Cairo, gli avvelenatori hanno pesantemente e ripetutamente agito soprattutto  a Savona, Loano, Pietra Ligure e Quiliano.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati