I funzionari dell’Ufficio delle Dogane ed i militari del Nucleo Operativo Ecologico dei Carabinieri di Cagliari hanno sequestrato 2 container depositati presso il Porto Canale, contenenti 40 tonnellate circa di rifiuti speciali la cui pericolosità è in corso di accertamento, costituiti da cascami di PET e imballaggi contaminati da sostanze non ancora definite e destinati ad essere imbarcati per il sud est asiatico.

Il provvedimento cautelare è stato adottato poiché la spedizione è risultata avviata in violazione delle norme di legge concernenti le esportazioni di rifiuti.

Dai primi accertamenti, i rifiuti sequestrati risultano essere stati prodotti da una società di servizi operante all’interno di un’industria presente nella provincia di Nuoro.

L’indagine è coordinata dalla Procura della Repubblica di Cagliari.