storno
GEAPRESS – Ringraziamenti da parte del CABS, lo speciale  gruppo di volontari antibracconaggio, per i Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Quartu (CA) che mercoledì scorso hanno  denunciato un bracconiere sorpreso con ben 2000 storni morti. Gli animali, erano stati catturati  nell’area protetta del Molentargius.

Un numero enorme ma che ad avviso del CABS si giustifica con la tradizione, ancora molto diffusa nel cagliaritano, dei “Pillonis de Taccua”, un piatto a base di uccelletti. I 2000 storni, sostiene il CABS, erano probabilmente stati catturati con delle reti da posta. Per contrastare l’uccellagione, il CABS organizza nel periodo invernale e proprio in provincia di Cagliari, appositi interventi antibracconaggio della durata di oltre un mese.

Esprimiamo il nostro ringraziamento all’Arma dei Carabinieri per l’importantissimo sostegno che ci fornisce per il contrasto dell’uccellagione in provincia di Cagliari –  ha dichiarato Giovanni Malara, responsabile dei campi del CABS –  La denuncia realizzata nei giorni scorsi dai Militari di Quartu si va infatti ad aggiungere alle sei realizzate nei mesi di novembre e dicembre dai Carabinieri della Compagnia di Cagliari in collaborazione con i nostri volontari”.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati