andrea zanoni
GEAPRESS – Una gattina di soli due anni, in vacanza con i suoi padroni, è stata uccisa venerdì scorso con un proiettile ad aria compressa (vedi articolo GeaPress). Il barbaro episodio è avvenuto nel pieno centro di Caderzone Terme (TN), dove da Milano la famiglia si era trasferita per le vacanze estive in una casa in pieno centro del paese.

Trovata agonizzante sotto casa, la povera micia è stata subito trasportata dal Veterinario, purtroppo inutilmente. Dalla radiografia, infatti, si sono evidenziati i danni irreparabili di un colpo esploso da un fucile ad aria compressa. Un pallino l’ha attraversata dalla schiena colpendo tutti gli organi vitali. La famiglia della gattina ha presentato denuncia alla caserma dei Carabinieri di Carisolo (TN).

Sulla vicenda interviene ora l’europarlamentare Andrea Zanoni, vice Presidente dell’intergruppo per il Benessere e la Conservazione degli Animali al Parlamento europeo. “I Carabinieri – ha dichiarato l’On.le Zanoni – devono fare tutti gli accertamenti possibili per individuare questo delinquente: un pallino di una carabina che dovesse raggiungere accidentalmente l’occhio di un adulto o ancora peggio di un bambino potrebbe causarne anche la morte. Invito anche il Sindaco ad attivarsi per la tranquillità di residenti e turisti“.

Secondo l’On.le Zanoni qualche abitante potrebbe essere a conoscenza di chi si diverte a sparare in pieno centro abitato. Anche per questo è importante che le associazioni animaliste si costituiscano parte civile se si dovesse arrivare ad un processo. “Le autorità – ha concluso l’On.le Zanoni – devono assolutamente individuare il responsabile perché se l’autore di un gesto così grave non venisse fermato, in futuro ci potrebbe scappare il morto ed allora la responsabilità sarebbe di molti“.

Chi spara è coperto dalla silenziosità di tale tipo di arma.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati