nandù
GEAPRESS – Il “bottino” più appariscente era senz’altro rappresentato dai sette Nandù, il grande uccello del sudamerica appartenente allo stesso ordine degli struzzi. Ma al bracconiere decisamente armato, la Polizia della provincia di Buenos Aires, ha sequestrato anche quattro armadilli e nove Viscacce di pianura, un roditore  della famiglia dei Chinchillidae.

Appena si è visto scoperto, nei pressi di Bahia Blanca, ha tentato la fuga con il suo pick up. Ne aveva tutti i motivi. Raggiunto dalla polizia, oltre alla fauna selvatica abbattuta, sono stati sequestrati una pistola  revolver Magnum, due fucili Mauser a lunga gittata, una carabina semiautomatica colibro 22, ed un fucile mitragliatore. Poi oltre 300 ricariche di cartucce e varie ottiche di precisione per il tiro a distanza.

La potenza delle armi fa presupporre che l’uomo di 48 anni, ora tratto in arresto, sia un bracconiere di professione. Particolarmente grave la caccia ai danni dei Nandù, una specie che a causa della caccia e delle moderne tecniche colturali si presenta in diminuizione.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati