balia trappola
GEAPRESS – Continuano i ritrovamenti di trappole predisposte per la cattura di piccoli uccelli migratori nelle vallate del bresciano.

Dopo gli “archetti” per i pettirossi individuati nella Valle di Zone (vedi articolo GEAPRESS), è ora la volta delle “sep” in alta Valsabbia. Si tratta di una piccola trappola a molla in genere disposta in terrà. L’uccellino, attirato da un’esca, finisce per fare scattare il meccanismo, provocando la sua morte tra atroci sofferenze.

Ad individuare le trappole sono stati gli attivisti del CABS, il Nucleo di volontari specializzati nell’antibracconaggio. Dieci trappole di cui tre con altrettante Balie ormai morte. Si tratta di un volatile tutelato dalla legge nazionale e dalle norme internazionali, catturato comunque con metodi di caccia illegali. Una nuova conferma del perdurante  problema del bracconaggio nel bresciano. Questo nonostante la stagione peggiore per l’integrità dei piccoli migratori, deve ancora iniziare.

Si spera, anche per quest’anno, che il lavoro dei volontari porti alla denuncia dei bracconieri, come già avvenuto l’anno scorso con la verbalizzazione di cacciatore di frodo che aveva trappolato proprio delle Balie.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati