cinghiale
GEAPRESS – La Guardie Zoofile dell’ENPA di Salerno hanno scoperto nei giorni scorsi un deposito incontrollato di rifiuti ove veniva riscontrata la presenza di animali. Secondo l’ENPA si tratterebbe di animali   illecitamente detenuti.

Il ritrovamento è avvenuto nel corso di un normale sopralluogo nell’ambito comunale di Bracigliano (SA).

In tale contesto le Guardie della Protezione Animali hanno individuato un appezzamento di terreno che sarebbe stato utilizzato come discarica di oggetti di natura ferrosa, plastica, materiale di risulta e lastre di eternit abbandonati sul suolo. Dopo pochi secondi, sono apparsi tra i rifiuti alcuni cinghiali, insieme a tre bovini sprovvisti di marchio auricolare.

Un primo appostamento non ha dato buon esito. Di fatto, comunica l’ENPA si Salerno, nessuno si è presentato sul posto.

Il personale della Protezione Animali, si è così recato presso la locale stazione dei Carabinieri ove è stato possibile identificare il proprietario del fondo. Allertata anche l’ASL locale, si è tornati sul posto ed è stato individuato il proprietario il quale avrebbe riferito come gli animali erano in realtà il frutto di un pagamento ad un suo lavoro.

Dal soprallugo si è così evinta la presenza di quattro cinghiali, tre bovini di razza podolica e un cane, tutti sprovvisti di chip o altri segni identificativi.

Le operazioni sono proseguite presso la caserma dei Carabinieri di Bracigliano dove il soggetto è stato verbalizzato con l’accusa di detenzione di fauna pericolosa per l’incolumità pubblica, detenzione di bovini sprovvisti di marchio, mancata chippatura del cane,  deposito incontrollato di varia natura presenti nel terreno.

L’area, di circa 4.000 metri quadrati, è stata sottoposta a sequestro così come gli animali. Il proprietario dovrà provvedere a bonificare l’intera area e regolarizzare gli animali detenibili.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati