GEAPRESS – Se in provincia di Pavia, più precisamente a Val di Nizza, le vittime sono i cinghiali ed i caprioli trovati decapitati per i trofei, a Sulmona (AQ) a rimanere in una trappola di un bracconiere è stato addirittura un lupo.

Nella provincia pavese non è da escludere la presenza di un mercato illegale delle carni alimentato dai resti di cinghiali e caprioli, ma nel caso del lupo si tratta di un atto di puro vandalismo fine a se stesso, forse mirato ad estinguere la specie.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati