rinoceronte sotto tiro
GEAPRESS – Fine settimana intenso e con gravi risvolti sul fronte dell’antibracconaggio tra Mozambico e Sudafrica. Oggetto degli interventi delle autorità di polizia sono ancora una volta i bracconieri di rinoceronte.

Il primo intervento è avvenuto ieri quando Rangers mozambicani hanno sorpreso un gruppo di tre bracconieri di rinoceronte che si apprestavano a valicare il confine sudafricano in corrispondenza del Parco Nazionale Kruger. Un fucile mitragliatore di grosso calibro, oltre che le relative munizioni ed equipaggiamento idoneo al bracconaggio, sono stati posti sotto sequestro ma a quanto sembra i componenti della banda erano ancor di più dei tre che sono stati  arrestati.

Nella giornata di oggi, invece, le autorità sudafricane hanno preso contatto, proprio nel Kruger Park, con un gruppo di cinque bracconieri di rinoceronte. Dallo scontro a fuoco che è derivato ad avere la peggio è stato un bracconiere, ferito a morte. Un secondo sospetto è stato comunque ferito e posto in stato di arresto. Gli altri tre sono riusciti a fuggire.

Ad essere stati posti sotto sequestro due fucili di grosso calibro, munizioni ed un non meglio precisato blocco di corni di rinoceronte dal taglio ancora fresco.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati