volpe
GEAPRESS – Disavventura per una volpe di Boissano, in provincia di Savona. Il piccolo animale, infatti, è rimasto impigliato con la coda nella recinzione di una villa. Una posizione, sottolinea l’ENPA di Savona, incomoda oltre che dolorosa. Per liberarla sono dovuti intervenire i Vigili del Fuoco.

Secondo la Protezione Animali, la volpe stava probabilmente tentando di entrare nel giardino alla ricerca di prede. Il fatto, avvenuto la scorsa notte, si è però concluso con il ferimento del piccolo canide  il quale, una volta liberato, è stato preso in consegna dai volontari della Protezione Animali, che lo stanno curando e rifocillando.

Ritornerà in natura al più presto, perché appartiene ad una specie estremamente selvatica che non sopporta la prigionia.

L’ENPA desidera ringraziare vivamente i Vigili del Fuoco che, per l’ennesima volta, hanno dimostrato sensibilità e disponibilità verso gli animali in difficoltà; qualità che, purtroppo, non brillano negli enti pubblici. Il riferimento dell’ENPA è rivolto ai quasi 2.000 animali selvatici feriti e in difficoltà ricoverati e curati con esclusive risorse dell’ENPA (con alcune decine di migliaia di euro di spese vive e turni massacranti per i pochi volontari disponibili). L’associazione evidenzia a questo proposito come dal 2012 non riceve più aiuti dalla Provincia di Savona che invece, per legge, dovrebbe occuparsene direttamente o tramite convenzioni.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati