bovini
GEAPRESS – Sequestro operato dal Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Biella del Corpo Forestale dello Stato, di un allevamento di bovini ricadente  nel comune di Villanova Biellese. Secondo il comunicato diffuso dal Corpo Forestale il titolare dell’azienda agricola sarebbe stato denunciato per il reato di maltrattamento di animali e smaltimento illecito di rifiuti.

In particolare i Forestali avrebbero rilevato la presenza di otto carcasse di vitelli, abbandonate sul terreno nell’immediata prossimità della stalla. Si pensa che gli abbandoni delle carcasse possano essere avvenuti in tempi diversi. Questo perchè alcuni dei bovini morti apparivano in avanzato stato di decomposizione.

Sarà ora l’Istituto  Zooprofilattico di Torino ad appurare le cause di morte degli animali.

Il Sindaco di Villanova Biellese ha provveduto ad emanare una Ordinanza urgente con la quale è stata disposta la distruzione dei resti dei poveri animali. Raccapriccianti le condizioni di quelli ancora in vita così come riferite dalla Forestale. Sarebbero infatti stati  costretti a bere e nutrirsi in mezzo allo sterco.

Sul posto sono intervenuti i tecnici del Servizio Veterinario di Biella che  hanno verificato lo stato degli animali oltre che gli accertamenti di rito previsti per assicurare, vista la destinazione alimentare del bestiame, l’assenza di rischi sanitari. Il sequestro è scattato anche in considerazione dell’illecita gestione dei rifiuti organici e dei reflui dell’azienda. Infatti, pur essendo l’azienda dotata di strutture idonee al contenimento e alla corretta gestione dei rifiuti organici prodotti, quest’ultimi sarebbero stati mantenuti nelle aree di allevamento o stoccati all’interno della stessa area. Richiesto, a tal proposito, anche l’intervento dell’ARPA regionale. Questo al fine di scongiurare rischi alla salute pubblica.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati