poiana raggi
GEAPRESS – Sebbene più rareffatti rispetto al periodo di caccia aperta, continuano i ricoveri di rapaci impallinati presso il centro WWF Valpredina (BG).

L’ultimo di una lunga serie, a caccia aperta, è stato ricoverato il 27 gennaio scorso. Una Poiana (nella foto), rapace diurno ancora discretamente diffuso con in corpo i pallini di piombo. Evidenti, già ad un primo esame, erano le stesse ferite d’arma da fuoco.

Si tratta, spiegano gli esperti del WWF, del 51esimo rapace arrivato nel corso della stagione venatoria 2013-2014. La percentuale di ferite di arma da fuoco, proprio nel periodo di caccia aperta, è del ben 62%. La speranza era che tali episodi, con la chiusura dell’attività venatoria avvenuta lo scorso 31 gennaio,  venissero meno.

Ed invece, sebbene più rarefatti, gli atti di bracconaggio continuano. Di poche ore addietro la notizia del ricovero di uno Sparviero. Anche lui aveva in corpo pallini di piombo.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati