GEAPRESS – Prodotti ittici in pessimo stato di conservazione, gravemente maleodoranti, in parte marci, esposti agli agenti atmosferici ed in condizioni di temperature inidonee. Questo secondo quanto riportato dal Corpo Forestale dello Stato, a seguito di un sopralluogo condotto nel mercato rionale del capoluogo.

Due diversi esercizi che sarebbero risultati sprovvisti, per il pescato in questione, di documentazione relativa alla tracciabilità. Una delle due rivendite, inoltre, avrebbe esercitato l’attività in maniera abusiva.

In tutto ad essere posti sotto sequestro sono stati 150 kg di pescato per i quali è stata disposta la distruzione. L’ipotesi di reato è di commercio di alimenti nocivi (art. 444 C.P.) e vendita di alimenti in cattivo stato di conservazione (Legge 283/62).

Il controllo è avvenuto congiuntamente al personale veterinario della locale Unità Operativa di Benevento ed ai Tecnici della Prevenzione del Servizio SIAN dell’ASL BN 1.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati