maiali
GEAPRESS – Una malattia, quella vescicolare suina, che ad avviso del Corpo Forestale dello Stato, si stenta ad eradicare definitivamente in Campania.

Nonostante la corretta gestione di numerose aziende, continuerebbero a sussistere ancora “comportamenti antigiuridici ”  suscettibili di minare la sicurezza agroalimentare con l’insorgenza di nuovi focolai. Svariate aziende avrebbero evidenziato fattori di rischio nel corso dei controlli eseguiti dal Nucleo Agroalimentare della Forestale e dai Comandi di Stazione in forza al Comando Provinciale del C.F.S. di Benevento. Il tutto coadiuvato dal competente personale Veterinario dell’ASL di Benevento.

La Forestale è per questo intervenuta predisponendo  misure sanzionatorie anche particolarmente drastiche. Difatti oltre un centinaio di suini, a seguito di sequestro sanitario sono stati avviati a termodistruzione per carenza dei requisiti minimi di tracciabilità, necessari ex legge.

La Forestale ricorda in proposito, che la Malattia Vescicolare Suina (MVS) è una malattia virale enzootica, causata da un virus appartenente alla famiglia Picornaviridae, incluso nel genere Enterovirus; è un virus notevolmente resistente nell’ambiente, all’essiccamento ed ai fenomeni putrefattivi, sopravvive per mesi nelle carcasse e nelle feci, ma anche nelle carni fresche, congelate e conservate. E’ capace di infettare il suino per via intravenosa, intramuscolare, intranasale e sottocutanea, nonché per inoculazione nel piede e nel cercine coronario. Senza contare l’aspetto economico della problematica, alla luce del fatto che la Campania,  non ha ancora ottenuto l’accreditamento alla Commissione UE e questo continua a costituire un pesante e non più tollerabile problema che ostacola sia l’esportazione di carni suine, sia l’attività di numerosi allevatori.

In virtù degli incoraggianti risultati operativi raggiunti, l’opera preventiva e al contempo repressiva operata dal personale del Corpo Forestale dello Stato, proseguirà perseguendo gli stessi obbiettivi fissati dal legislatore, rivolti all’eradicazione sul territorio della  M.V.S. (Malattia Vescicolare Suina) e quindi al raggiungimento di un soddisfacente livello di sicurezza alimentare  nell’auspicio di ottenere, l’accreditamento della Regione Campania per la M.V.S. (Malattia Vescicolare Suina).

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati