I militari della Stazione Navale della Guardia di Finanza di Bari, nell’ambito dei quotidiani controlli in materia di polizia Ambientale hanno riscontrato nei confronti di un’azienda di allevamento che conta oltre 500 capi di bestiame, nell’agro di Gravina in Puglia (BA), la violazione alle normative ambientali che disciplinano la gestione di rifiuti.

In particolare, un dipendente dell’azienda, a bordo di un autocarro, è stato sorpreso mentre abbandonava diversi metri cubi di rifiuti costituiti da letame e liquami provenienti dall’attività di allevamento. Tale sversamento era solo l’ultimo di una lunga serie che avevano portato alla creazione di una discarica abusiva in un un’area di circa 2mila metri quadrati, sulla quale è stato stimato un abbandono complessivo di circa 6mila metri cubi di letame.

Sono in corso le indagini per l’ulteriore definizione delle responsabilità e la valutazione del danno ambientale nonché della potenziale contaminazione dei corpi idrici superficiali e di falda.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati