Se questi erano i numeri all’ingrosso, figuriamoci in città. Sta di fatto che undici persone sono state denunciate, ieri, al mercato ittico di Mola di Bari in una operazione congiunta della Questura e della Guardia Costiera di Bari.

In totale è stato posto sotto sequestro mezza tonnellata di novellame, ovvero pesce al di sotto della taglia minima consentita. La pesca  e la stessa detenzione del novellame è vietata dalla normativa comunitaria.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati