tartaruga ba
GEAPRESS – Rientrava dalla Grecia con una Tartaruga protetta nascosta nell’autovettura. Un cittadino italiano è così finito nei guai nel corso del controllo presso la dogana di Bari. Una grossa Testuda graeca, subito sequestrata ed affidata al Corpo Forestale dello Stato.

L’uomo dovrà ora rispondere del reato relativo alla Convenzione di Washington sul commercio di flora e fauna in via di estinzione.

Ad intervenire l’Ufficio delle Dogane di Bari in servizio presso l’area portuale, in collaborazione con i funzionari del Servizio CITES del Corpo Forestale dello Stato e con i militari della Guardia di Finanza. Purtroppo presso le dogane portuali si sono più volte verificati casi di sequestri di questo tipo. Dalla Grecia ma anche dalla Tunisia, singole o più Tartarughe prelevate dal loro ambiente naturale ed introdotte illegalmente in Italia.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati