Saranno condotte dal Corpo Forestale dello Stato le indagini in merito alla
sparizione dell’orso Dino. Questo, secondo recenti dichiarazioni riportate
dalla stampa, sarebbe finito divorato in un tavola imbandita dopo essere
stato sparato nel vicentino.

Dino aveva fatto la propria comparsa nel territorio italiano nel 2009.
Appartenente ad un nucleo reintrodotto in Trentino, ma proveniente dalla
Slovenia, era stato munito di radiocollare, ma l’apparecchio aveva cessato
di funzionare dopo alcuni mesi.

La Forestale sembra nutrire alcuni dubbi sulla reale possibilità che
l’animale sia finito così come descritto recentemente: su un piatto tra
costolette e ragù.