galline ovaiole
GeaPress – Un quinto allevamento, molto vicino a quelli già noti in provincia di Bologna quasi al confine con quella di Ravenna,  è stato trovato contaminato dal virus aviario H7N7 ad alta patogenicità. I risultati sono confermati dall’Istituto Zooprofilattico Sperimentale delle Venezie e riguardano un allevamento di 105.000 galline ovaiole che saranno ora   abbattute.

Salgono così a cinque gli allevamenti emiliani per i quali il Ministero della Salute ha disposto l’abbattimento degli animali. In tutti è stata rilevata la presenza del virus H7N7.

Oggi le autorità sanitarie emiliane hanno confermato quanto da giorni anticipato in merito alla supposta origine dell’epidemia (vedi articolo GeaPress). Sempre in Emilia Romagna, quale ulteriore misura di prevenzione al contagio, è stato disposto il divieto di utilizzo di richiami vivi per l’attività venatoria. Un aspetto, questo, sul quale nei giorni scorsi si era più volte soffermato l’Eurodeputato Andrea Zanoni.

Quello che preoccupa, però, sono i cosiddetti “contati indiretti” tra le aziende. Controlli sono in atto in più regioni d’Italia.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati