guardia wwf
GEAPRESS – Un intervento scaturito stamani  nei pressi dell’istituto scolastico professionale “Alessandro Volta” di Aversa. Le Guardie ENPA (Ente Nazionale Protezione Animali) e WWF (Fondo Mondiale per la Natura) hanno infatti individuato e denunciato alcuni uccellatori che si erano sistemati nelle vicinanze del plesso scolastico.

La giornata – spiega il dott. Alessandro Gatto, coordinatore del nucleo provinciale delle Guardie Giurate WWF di Caserta – si è incentrata sulla prevenzione e repressione dei reati in materia ambientale e zoofila e ad Aversa abbiamo fermato, in collaborazione con le Guardie Giurate dell’ENPA, tre persone intente alla odiosa attività di cattura di uccelli selvatici, nella fattispecie Cardellini, con la tecnica dell’uccellagione con rete. Questa pratica – ha aggiunto il responsabile del WWF – è severamente vietata dalla Legge”.

In terra, spiega il WWF, si posizionano delle reti comandate a distanza con una corda. Nella trappola vengono poi legati alcuni cardellini destinati a subire maltrattamenti. Questi uccelli, una volta legati, servono per attirare i loro consimili che verranno catturati nella rete comandata a distanza. Ma le sofferenze che subiscono questi animali legati e spesso accecati sono elevatissime. Alcuni di quelli trovati questa mattina non erano più in grado di volare ed un paio erano quasi morti.

Tutte queste atrocità per poi rivendere questi animali al mercato nero degli uccelli sevatici, spesso sotto il controllo dalla criminalità organizzata. Un cardellino appena catturato vale qualche decina di euro, ma in funzione del suo canto può arrivare a valere diverse centinaia e a volte migliaia di euro.

 

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati