cinghiale
GEAPRESS –  Al di là di ben altri aspetti, convince poco al WWF, LAC e Pro Natura, la proposta di taluni settori agricoli dell’astigiano,  di elargire un premio per chi ammazza più cinghiali. Di fatto, ad avviso delle associazioni,  verrebbero in tal maniera favoriti coloro che sono accusati di pasturare ed immettere gli animali.

In altri termini, i presunti danni all’agricoltura si vorrebbero così far credere di risolvere favorendo chi vuole in realtà i cinghiali.

Per le sedi piemontesi delle tre associazioni, il numero dei cinghiali rimarrà in realtà stabile e il divertimento (ovvero quello dei cacciatori) sarà assicurato. A poco varrano premi ed altri stimoli all’uso del fucile. E’ già il sistema in atto, ovvero la gestione del cinghiale in mano ai cacciatori, che non potrà cambiare.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati