GEAPRESS – Non si tratterebbe di sevizie ma di investimento. Il cagnolino trovato martoriato sull’asfalto di via Cagliari ad Assemini (CA), sarebbe in realtà finito sotto le ruote di un veicolo in transito. Così tiene a precisare a GeaPress la Polizia Locale che è stata sommersa di telefonate di persone che chiedevano maggiori informazioni.

In un primo tempo, infatti, era girata la notizia di un cane torturato ed infine impiccato. Ed invece, nella notte tra sabato e domenica, il cagnolino, a quanto pare molto noto nel centro del cagliaritano, è stato investito.

Noto, ma senza microchip del cane di quartiere. L’assenza del chip è stata verificata dalla stessa Polizia Locale che aveva provveduto nella giornata di ieri a fare rimuovere i resti.

Era bastato poco per scatenare le ipotesi più nere. Un soggetto in preda all’alcool o un bruto al quale piaceva eviscerare i cani. Così, in effetti, era stato rinvenuto il cagnolino. Gli effetti, riferisce sempre la Polizia Locale, erano però dovuti all’investimento. Non è escluso che il corpo, essendo rimasto nella carreggiata per più ore,  sia stato inavvertitamente investito da altre autovetture in transito.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati