angel II
GEAPRESS – Una struttura come tante, con un tunnel all’interno della grossa stanza allagata che illude i visitatori di trovarsi immersi nel mare. Tecniche standard di spettacolarizzazione degli animali, direbbero gli animalisti. Solo che nell’acquario giapponese di una struttura nei pressi di Taiji (la baia dove i delfini vengono catturati per essere uccisi o inviati nei delfinari) vi è un “ospite” d’eccezione. Si tratta, infatti, del delfino bianco catturato a Taiji lo scorso gennaio (vedi articolo GeaPress ).

A filmarlo è stato Richard O’Barry l’ex addestratore statunitense di delfini (per i meno giovani basti pensare al delfino flipper) che un giorno ha mandato all’aria il suo lavoro dedicandosi alla salvaguardia dei delfini in mare. O’Barry, anche quest’anno, ha denunciato la mattanza dei delfini ed ora è riuscito a filmare il povero Angel all’interno dell’acquario giapponese. Il delfino, potrebbe ancora non essere nella struttura definitiva. Di certo, ovunque andrà, avrà perso per sempre l’immensità dell’oceano da dove, lo scorso agosto, è stato  portato via.

Secondo lo stesso autore del video, il filmato parrebbe mostrare i disturbi arrecati dagli altri delfini. Nel mare, ha riferito O’Barry, potrebbe nuotare via. In quel posto, invece, può solo subire. La madre ed il suo branco, lo scorso gennaio, li ha persi per sempre.

Ne vennero catturati 250. Due branchi enormi. Molti di loro vennero uccisi, altri catturati per i delfinari ed una restante parte rilasciata in mare.

VEDI VIDEO ANGEL IN ACQUARIO
© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati