Le Guardie per l’Ambiente di Corato hanno individuato due discariche di sensibile estensione ad Andria (BT), nei pressi del Palazzo della Provincia di Barletta Andria Trani. Due aree su cui sono stati smaltiti illegalmente diverse tonnellate di rifiuti pericolosi e non, al fine di realizzare illecitamente un vasto terrapieno sopraelevato per circa tre metri dal piano stradale. Nell’area sono stati sotterrati una grande quantità di rifiuti speciali come detriti, plastica, materiale di risulta da attività di demolizione contente calcinacci, pezzame di malta, mattoni e blocchetti frantumati, asfalto fresato proveniente da disfacimento del manto stradale e oggetti contenenti cemento amianto.

Il primo luogo è a contatto diretto con la S.P. 231 esattamente di fronte all’ingresso per raggiungere il Palazzo della Provincia di Barletta Andria Trani.

Una dettagliata segnalazione è stata trasmessa alla Polizia Provinciale di Barletta Andria Trani affinché intervenga per fermare questo scempio ambientale le cui violazioni rientrano nelle tassative prescrizioni dettate dal DLgs 152/2006 (ovvero il T.U. Ambientale) per trasporto e gestione di rifiuti speciali di natura pericolosa e non pericolosa – nonché – al fine di smaltirli mediante tombamento definitivo, sottraendoli ai controlli di tracciabilità sulla filiera dei rifiuti. Gli atti sono anche stati depositati nella segreteria del Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Trani (BT).

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati