occhi II
GEAPRESS – Legato giorno e notte alla catena agganciata ad una roulotte sotto la quale trovava l’unico riparo dalle intemperie. Cosi la Lega Difesa del Cane, riporta quanto segnalato alle proprie Guardie Zoofile in merito alla detenzione di un cane meticcio.

In particolare, quello che veniva riportato, era la solitudine del cane in un luogo peraltro descritto come non idoneo.

L’immediato intervento delle Guardie Zoofile Sabrina Menghini e Mariella Lavarra, del Nucleo provinciale di BAT, ha però cambiato il destino del cane. Risalite all’identità del padrone le due Guardie Zoofile hanno così saputo che in precedenza il cane accompagnava  sempre il suo padrone. Una situazione che però, con il tempo, era cambiata.

L’uomo, una volta ascoltate le Guardie Zoofile, ha però deciso di togliere il povero cane da quella condizione, riportandolo a casa.

Siamo andate a controllare di persona e abbiamo trovato una situazione ribaltata – riportano le Guardie Zoofile – Il cane adesso vive nel comfort”.

I controlli della Lega Difesa del Cane continueranno a monitorare lo stato di Gabriele. Ma per ora la storia sembra avere avuto un lieto fine.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati