cacciatore
GEAPRESS – Doppio intervento del Corpo Forestale dello Stato all’interno di due diversi Parchi Nazionali. In entrambi i casi è stata accertata la presenza di armati all’interno delle aree protette. Un fatto non nuovo, sia per il Parco Nazionale dell’Alta Murgia (BAT) che in quello di Valle di Diano e Alburni (SA).

Nel primo caso ad essere stati denunciati sono tre casertani sorpresi a cacciare il cinghiale. L’intervento della Forestale è avvenuto in località Iazzonuovo, nel comune di Andria (BAT). Gli uomini del Comando Stazione Parco di Andria li hanno individuati dopo diversi appostamenti nel corso delle ore notturne. Ad essere sequestri i fucili calibro dodici ed il munizionamento.

Nel Parco del Cilento, i Forestali del Centro Territoriale per l’Ambiente, Comando Stazione Casalvelino, hanno individuato i bracconieri grazie ai fischi emessi e all’abbaiare dei cani. In pieno Parco Nazionale, stavano partecipando ad una battuta di caccia. L’intervento è maturato a seguito di una segnalazione pervenuta la numero delle emergenze del Corpo Forestale dello Stato 1515.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati