Uccisi con il veleno per topi  tre cani a Sestri Levante (GE). In poco più di un mese altri dieci avvelenati. A denunciare il tutto l’associazione Fido Libero che ha presentato un esposto alla Procura della Repubblica di Chiavari. Il veleno per topi si basa sulla presenza di un noto principio attivo il quale causa violente emorragie interne. Il veleno agisce in ritardo rispetto alla somministrazione e questo complica, spesso, non solo gli interventi di pronto soccorso ma anche l’individuazione del luogo esatto ove è stato distribuito.