ricci guardia costiera
GEAPRESS – Nel corso della mattinata di oggi il personale della Motovedetta CP 559 della Guardia Costiera di Alghero ha fermato tre pescatori sportivi che, in località Punta Negra, stavano pescando ricci con l’ausilio di un natante in vetroresina.

A seguito di un controllo effettuato a bordo, i militari hanno così potuto constatare la presenza di un numero eccessivo di ricci di mare pari a circa 1.800. Inoltre, si è potuto verificare come gli stessi animali erano stati pescati con l’ausilio delle bombole. A tal proposito, il Comando dell’Ufficio Circondariale Marittimo ricorda che per i pescatori non professionisti è vietato l’utilizzo di apparecchi di auto respirazione e che il limite massimo di cattura è di 50 ricci per persona.

Alle persone fermate sono stati contestati diversi illeciti amministrativi ed elevate sanzioni per un totale di oltre 5.000 euro, oltre al sequestro delle attrezzature e dei ricci che, essendo ancora vivi, sono stati liberati nelle acque del Golfo di Alghero.

L’attività, svolta sotto il coordinamento della Direzione Marittima di Olbia e della Capitaneria di Porto di Porto Torres, si affianca ai controlli sulla filiera della pesca in atto in questi giorni anche presso ristoranti, pescherie e supermercati.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati