sparviere ferito
GEAPRESS – Nuovo Sparviere soccorso dai volontari della Protezione Animali e nuova polemica per il mancato impegno delle pubbliche amministrazioni che, a detta dell’ENPA, si occupano troppo di animali ma in funzione dell’attività venatoria.

Il terzo rapace dei boschi è stato questa volta recuperato allo stremo delle forze in via De Rege ad Albisola Superiore (SV). Nonostante lo Sparviere sia caratterizzato da abitudini molto elusive, frequentando la vegetazione boschiva, d’inverno, per cercare i piccoli mammiferi di cui si ciba, non esita a spingersi nei centri abitati; dove però non riesce ad evitarne i pericoli. Le sue condizioni, in quest’ultimo caso, erano molto critiche e purtroppo non è sopravvissuto. Solo poche ore, riferisce l’ENPA, nonostante   le cure alle quali i volontari ed i veterinari dell’associazione lo avevano subito sottoposto.

Un’emergenza, quella del soccorso e recupero della fauna selvatica, in crescita costante da almeno 15 anni. Un impegno che però, denuncia sempre l’ENPA, non verrebbe adeguatamente affrontato da Province e Regioni, tutte assorbite, nella gestione della animali selvatici, solo ed esclusivamente in funzione della caccia.

In tal maniera – riporta nel suo comunicato l’ENPA – il volontariato deve affrontare necessità che invece competono per legge a loro“.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati