Secondo il Corpo Forestale dello Stato è destituita di ogni fondamento la nota del capogruppo regionale e presidente nazionale dei Verdi, Angelo Bonelli, secondo la quale il Corpo Forestale  fornirebbe al Comune di Roma alberi di grandi dimensioni, provenienti dalle Riserve Naturali, alti almeno 25 metri, per l’addobbo natalizio delle piazze di Roma.

La Forestale rassicura che la collaborazione in essere con il Comune di Roma prevede di mettere a disposizione del Comune 140 cimali di conifere provenienti da piante schiantate o abbattute da eventi meteorici.

Tali operazioni rientrano nelle normali ed ordinarie procedure selvicolturali di miglioramento degli ecosistemi forestali essendo finalizzate ad impedire il diffondersi di fitopatie.

Nel quadro di collaborazione per la tutela ambientale con il Comune di Roma, la Forestale ricorda che sono in atto da anni iniziative per il recupero sia degli alberi di Natale vivi sia della biomassa degli alberi morti per la produzione di cippato a fini energetici.

Ulteriori iniziative di salvaguardia ambientale sono state intraprese con il Comune di Roma per la riqualificazione naturalistica e paesaggistica di Villa Borghese e Villa Pamphili.

Tutte queste operazioni comportano una significativa riduzione di oneri e spese a carico del Comune di Roma, rafforzano la valorizzazione ambientale della Capitale e sono un esempio della cooperazione interistituzionale tra amministrazioni pubbliche.