succiacapre
GEAPRESS – Un animale non molto comune, tra i recuperi di fauna selvatica effettuati dall’ENPA di Savona, tanto da doversi registrare due solo interventi nel 2012, alle falde del Beiuga e nel 2013 nell’albenganese.

Si tratta di un Succiacapre, animale dalle abitudini prevalentemente notturne, oltre che specie minacciata soprattutto a causa dell’uso di pesticidi in agricoltura.

Anche quest’ultimo Succiacapre è stato recuperato ad Albenga. Non è chiaro cosa sia successo ma l’ENPA sottolinea come trattasi del recupero numero 300, sempre relativamente alla sola avifauna selvatica. Un intervento sostenuto senza alcuna contribuzione pubblica e nonostante, riferisce sempre la Protezione Animale, la Provincia, a cui spetta per legge il soccorso di tale fauna, sia stata dotata con legge regionale dei fondi necessari.

Il Succiacapre, intanto, è affidato alle cure dell’ENPA che tiene ad informare su alcune delle sue particolari abitudini. Un animale, infatti, dotato di un particolare becco peloso con il quale cattura insetti, tra cui le falene.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati