porciglione albenga
GEAPRESS – Era probabilmente finito investito da un’automobile, il Porciglione di Albenga (SV).

Si tratta, spiega l’ENPA di Savona, di un volatile che vive nei canneti e nelle boscaglie ai margini dei corsi d’acqua cibandosi di pesci, crostacei ed altri invertebrati.

La sua presenza in città, sebbene non solita, si giustifica con la presenza del torrente Centa. Per l’ENPA, il corso d’acqua rappresenta la “casa” di molti animali selvatici, sia stanziali che migratori. Parte di loro sostano durante le migrazioni, altri, invece, vi nidificano.

Non si sono quindi stupiti i volontari della Protezione Animali quando  hanno dovuto soccorrere l’ennesimo animale in difficoltà, ovvero il Porciglione ferito che è ora in cura nei reparti di ricovero della sede ENPA di Savona, dove si spera di poterlo salvare e rimettere in libertà.

A questo proposito l’ENPA sottolinea come siano oltre 1.400 gli animali selvatici feriti o in difficoltà, o nidiacei, recuperati dai volontari dell’ENPA. Un’attività che svolgono da soli, senza alcun aiuto pubblico, sostituendosi alla Provincia cui spetta per legge tale importate opera a favore dell’Ambiente e della difesa della biodiversità.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati