Molto probabilmente non avverrà alcuna macellazione di agnelli in pubblica via a Tirana, in Albania. A comunicarlo, poche ore addietro, è l’Associazione Animal Rights in Albania che definisce poco chiare le notizie circolate su alcuni giornali relative proprio a tale paventato bagno di sangue.

Il caso è nato dopo che sui media locali è apparsa la notizia di 2000 agnelli, provenienti da altro paese, privi della necessaria certificazione sanitaria. Non è neanche chiaro il presunto paese di provenienza degli agnelli. Nessuna conferma ma neanche alcuna smentita, dicono in sostanza gli animalisti albanesi che evidenziano, però, la gran confusione di notizie che si sono accavallate sul caso. Sul possibile evento, era comunque stata lanciata una petizione che in poco tempo aveva ottenuto oltre 1000 firme.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati