cinghiale
GEAPRESS – La Guardia Forestale sta controllando corso Europa e le aree di San Cassiano ad Alba dopo l’avvistamento in zona di un cinghiale nella serata di martedì 20 settembre.

Lo comunica il Comune di Alba, in provincia di Cuneo, che informa altresì come in queste ore l’Assessore comunale all’Ambiente Massimo Scavino è in costante contatto con l’Atc CN-4 Alba-Dogliani ed il suo commissario Giuseppe Pio anche responsabile della sicurezza dell’ente.

Proprio per “contrastare l’accesso di cinghiali” nelle aree pubbliche in zona San Cassiano, l’Amministrazione comunale ha chiesto, e l’Atc ha già accolto, l’installazione di una rete di protezione della collina per evitare la discesa dei cinghiali dall’area boschiva al Percorso Vita. La rete sarà installata al più presto. “Operazioni di contenimento del fenomeno si fanno periodicamente – spiega l’Assessore comunale all’Ambiente Massimo Scavino – L’Atc da un po’ di anni fa costantemente delle battute di controllo, allontanamento e cattura di questo animale evitando le battute dirette nelle zone a ridosso delle case e limitandosi qui alla cattura o all’allontanamento per ovvi motivi di sicurezza”.

Per la messa in sicurezza del Percorso Vita – dichiara Giuseppe Pio commissario Atc CN-4 Alba-Dogliani – il Comitato di Gestione ha deliberato di mettere a disposizione dell’Amministrazione Comunale di Alba una rete alta due metri da posizionare nella parte superiore, al confine con i poderi Castelgherlone, per evitare l’incursione degli ungulati. Purtroppo, durante l’estate ed in autunno, tali aree diventano habitat per graziose famigliole di ungulati che trovano foraggiamento nei campi coltivati a granoturco. La rete dovrebbe risolvere il problema“.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati